LASIK

La Lasik permette di correggere miopia, ipermetropia ed astigmatismo. La Lasik è una tecnica che "contiene" due procedure ALK+PRK. Si usa l'ALK per aprire lo stroma corneale, si esegue l'ablazione con laser ad eccimeri direttamente sullo stroma, si asporta il tessuto stromale e si salva la membrana di Bowman, creando la curvatura interna stromale-corneale desiderata, per correggere il difetto refrattivo. Quando l'asportazione del tessuto corneale è terminata, la parte corneale superficiale viene riposizionata al suo posto. Non vengono usati punti di sutura.
Tecnica di esecuzione della Lasik

Il paziente non sente dolore né durante né dopo l'intervento. Il primo giorno può avere una sensazione di disconfort e una sensazione di presenza di corpo estraneo nell'occhio. La correzione del difetto refrattivo è immediata, non c'e bisogno di aspettare diverse settimane affinché la zona d'ablazione risulti cicatrizzata.
Si può raggiungere la correzione di miopie fino a -7.0-8.0 diottrie con una precisione abbastanza elevata e della ipermetropia fino+5.0 diottrie. Aumentando il range di difetto aumentano gli effetti collaterali e le complicazioni, mentre si riduce la precisione.
Il trattamento operatorio e i suoi risultati sono determinati per il 70% dalle macchine (laser e microcheratomo) e solo per il 30% dalla capacità del chirurgo: risulta quindi necessario un controllo attento giornaliero dell'attrezzatura.
Le più comuni complicazioni dipendono da problemi meccanici ai quali il chirurgo non può porre risoluzione. I problemi possono essere: rottura di flap corneale con microcheratomo, perdita della suzione durante la procedura.
Alcune complicazioni cliniche postoperatorie possono essere: crescita delle cellule epiteliali sotto il flap, cicatrizzazione irregolare dello stroma
.