Cheratotomia Radiale

La RK è una tecnica microchirurgica sicura ed elegante, che cambia la curvatura della cornea con incisioni microchirurgiche, riducendo o eliminando miopie di basso e medio grado. Questa tecnica chirurgica refrattiva è stata sviluppata nella ex URSS nel 1971, dal 1978 è stata approvata e largamente usata negli Stati Uniti. In Europa è arrivata nei primi anni '80.
Ad oggi sono più di 6 milioni i pazienti operati con questa tecnica.
La RK ha una storia clinica più lunga del laser, e se è fatta da un chirurgo esperto in RK garantisce risultati eccezionali. La RK è consigliata ai pazienti con miopia bassa e media (da 0.5 fino a 6.0 diottrie). Cosi la RK dà una possibilità in più a questi pazienti considerando che le conseguenze dell'ablazione corneale con laser ad eccimeri non hanno ancora un follow-up postoperatorio lungo come la RK (più di 25 anni di follow up).
La possibilità di eliminare totalmente il difetto visivo tramite RK è dovuta soprattutto ad una serie di specifici esami che solo il chirurgo oculista è in grado di effettuare. L'uso di questo protocollo ha fatto sì che oltre il 90% di pazienti non ha avuto più bisogno di portare né occhiali né lenti a contatto.

::: Come viene fatta RK?

In anestesia locale (instillazione di collirio anestetico, non c'è bisogno di nessuna puntura) un colorante viene applicato sulla superficie della cornea in modo da fare un disegno specifico per ogni paziente. Le incisioni micrometriche, non perforanti, vengono fatte sotto il microscopio con un bisturi di diamante.



Nessun tessuto viene asportato e nessun materiale viene aggiunto. Non c'è bisogno di suturare le incisioni, l'intervento non dura più di cinque minuti.
L'intervento è completamente indolore. Dopo si ha un leggero dolore che dura per 6-12 ore, che può essere eliminato con somministrazione di antidolorifici orali.
Generalmente l'occhio viene bendato fino al mattino dopo intervento. Successivamente si comincia una semplice terapia a base di colliri per pochi giorni.
Nella stessa seduta possono essere operati entrambi gli occhi oppure a distanza di sette giorni uno da l'altro.
Nei primi 3 mesi sono possibili fluttuazioni visive e regressioni temporanee, pero è impossibile la regressione a livello preoperatorio. Diversi studi dimostrano che la maggioranza dei pazienti ottiene la correzione completa da poche ore a due settimane dall'intervento chirurgico.
Gli effetti collaterale più conosciuti sono la fotofobia, bruciore dell'occhio e fluttuazione visiva durante il giorno che scompaiono in breve periodo.
Sottocorrezione e ipercorrezione sono raramente possibili.
Dopo l’intervento, per i pazienti sopra 40 anni, può essere necessario portare ancora occhiali per leggere. Questo è determinato dal naturale processo noto come presbiopia. La RK serve per correggere la visione da lontano.

Prima di effettuare gli esami preoperatori bisogna:
non portare lenti rigide per 3-5 giorni
non portare lenti morbide per 24 ore.

Con miopie superiori a 6 diottrie la RK non risolve il problema. Occorre effettuare un altro tipo di chirurgia refrattiva in grado di correggere la miopia elevata come l’impianto della lente fachica posteriore dell’occhio o la Lasik.